28 gennaio 2014

Kresley Cole
The professional: part 1, 2, 3

Trama
Pocket Star | ebook | € 2,25 a titolo (€ 6,75 totale)
He makes the rules...
Mafiya enforcer Aleksandr "The Siberian" Sevastyan’s loyalty to his boss is unwavering, until he meets the boss’s long-lost daughter, a curvy, tantalizing redhead who haunts his mind and heats his blood like no other. Ordered to protect her, Sevastyan will do anything to possess her as well—on his own wicked terms. Rules are made to be broken...
PhD student Natalie Porter had barely recovered from her first sight of the breathtakingly gorgeous Sevastyan before the professional hit man whisks her away to Russia, thrusting her into a world of extreme wealth and wanton pleasures. With every day she spends under his protection, she falls deeper under his masterful spell. Are you ready to play?
Yet all is not as it seems. To remove Natalie from an enemy’s reach, Sevastyan spirits her into hiding. From an opulent palace in Russia to the decadent playgrounds of the mega-wealthy in Paris, the two lovers will discover that even their darkest—and most forbidden—fantasies can come true.

Commento
Vado a fuoco! Autocombustione totale e inesorabile! Santo cielo!
Signore mie attenzione: questo sì che è un erotico con i fiocchi! Se qualcuno pensa che per scrivere un erotico contemporaneo si debba per forza usare il solito magnate, il solito amministratore delegato in completo di alta sartoria - alla Christian 'Earl' Gray o Gedeone Croce, per intenderci - bhe, ha capito malissimo!
Prendete un sicario della mafia russa, pieno di tatuaggi, occhi affilati e dorati, capelli neri come la notte e dategli una vena di dominatore estremo, spogliatelo un po' e avrete tutte ai suoi piedi, sciolte come neve al sole. Un bad boy to the core, Aleksandr, un vero assassino, un personaggio oscuro che non scherza mai. Altro che bambini smarriti che mangiano piselli surgelati, il Siberiano ti guarda e ti congela su due piedi, se non muori prima per overdose ormonale.
Ci voleva la Cole per scrivere un erotico così, per andare oltre i completi e le Bentley e raschiare la superficie della dominazione patinata dei ricchi. Chi proviene dalla parte sbagliata della società non può essere un eroe dominatore? Non può avere una carica sessuale pericolosa? Non può trasformarsi in un predatore sexy e inarrestabile? Certo che può, e in più ha sul serio il pericolo che scorre nelle sue vene.
Sevastyan è il braccio destro di uno dei più potenti signori della mafia russa. E' il suo sicario, compie tutti i suoi lavori sporchi, lo protegge e gli è fedele fino alla morte. Quando il boss scopre di avere una figlia lo manda subito negli USA per proteggerla: Natalie, infatti, ha cercato i suoi genitori biologici e il detective incaricato l'ha venduta al miglior offerente. Così il papà biologico/malavitoso scopre della sua esistenza  e come lui tutti i suoi nemici. E' imperativo che il suo uomo migliore, il figlio che non ha mai avuto e suo erede, prenda in mano la situazione e - fino a nuovo ordine - rimanga nell'oscurità con gli occhi puntati su Natalie.
Inquietante? I don't think so. Appena arriva l'ordine Sevastyan esce allo scoperto e Natalie - e noi con lei - rimane completamente sopraffatta dalla sua potenza. E' circondato da un alone di potere, pericolo e sensualità che cancellano ogni ricordo di qualsiasi dominatore wannabe. Entra Alexsandr e le ovaie vanno in tilt. Può seguirti come uno stalker e non batti ciglio, può introdursi in casa tua e ti ecciti, può trascinarti via dalla tua vita e l'unica cosa che vuoi fare è seguirlo e fare ciò che vuole. Può caricarti sulla sua macchina in mutande, rincorrerti in un campo di mais, trascinarti sporca di terra su un aereo e non ti passa per la testa di opporti. Mai.
Inizia così la nuova vita di Natalie che, con arguzia e con un caratterino determinato, entra subito in sintonia con il padre e - non contenta - cerca di costruire un rapporto anche con Sevastyan. Natalie è abbastanza onesta da ammettere di volerlo, di desiderarlo da morire e di non riuscire a smettere di pensare a lui. Il loro tira e molla non è logorante - visto che consumano senza rimorsi - ed è più che razionalizzato dalla Cole: Natalie è in pericolo di vita e Sevastyan è l'unico che può proteggerla. Quando i due sembrano aver deciso di non avere un futuro, la loro vita viene sconvolta dalla morte del padre. A quel punto sarà Aleksandr a prendere in mano l'impero dell'uomo che l'ha crescito e a sostenere lo stress di una relazione. Più Natalie gli entra sotto pelle, più lui non riesce a gestire i sentimenti, convinto di avere in sé solo il piacere, solo la dominazione e non la normalità. Natalie, che ha le palle cubiche, non accetta scuse e sfonda tutti i muri di Sevastyan: la sua sottomissione è solo sessuale, pretende e ottiene una resa che per lui rappresenterà l'inizio di una nuova vita.
Con questa furbissima idea di dividere la storia a puntante (a meno di € 3,00 l'una) la Cole ha saputo dosare l'anticipazione, il crescendo di sensualità, di passione e di coinvolgimento emotivo. Infatti io, curiosa, ho comprato la prima uscita ma una volta finita mi è presa una smania da crisi d'astinenza tale che ho a mala pena tollerato i pochi giorni tra un'uscita e l'altra.
La prima parte serve a dare alla lettrice la botta più forte delle tre: un personaggio che fa parte della malavita è l'eroe assoluto e indiscusso e proprio con la sua potenza riesce a farsi accettare sia da Natalie che dalla lettrice. E' talmente estremo che non viene messo in discussione. La seconda parte è dedicata all'ambientazione di Natalie nel regno di Paxan, di Sevastyan e alla sua nuova vita, compresa l'attrazione che provano uno per l'altra. La terza parte, invece, è l'evolversi e la chiusura del lato romantico della relazione.
Se all'inizio Aleksandr è aggressivo, duro e freddo, nella seconda puntata è bollente come una fornace, scioglie le riserve di Natalie e rafforza il suo ruolo nella vita della ragazza, mentre in quella finale scopre un lato di sé più umano e vulnerabile, più illogico e oscuro del suo ruolo nella mafia.
Essendo un erotico, il livello di sensualità schizza alle stelle fin da subito: l'essere dominante di Sevastyan si esprime attraverso scene di sesso crudo, primordiale, istintivo. Lui non solo vuole sottomettere Natalie ma ne ha bisogno. Senza peli sulla lingua - da parte dell'autrice e dei personaggi - ogni fantasia viene messa in scena con un pizzico di ironia (tipica nelle eroine della Cole) e mai scade nella volgarità. Il crescendo di sensualità aumenta dalla prima parte alla terza, chiudendo con una scena che rende degni i titoli di dominatore e di sottomessa (ripeto, altro che Mr.Grey, Sevastyan sa il fatto suo con gli attrezzi del mestiere!).
Tuttavia la Cole non ha saputo mantenere lo stesso livello di interesse. Non ho ritrovato, per esempio, le stesse sensazioni che ho provato leggendo la prima - che rimane la migliore - e ho trovato alcuni difettucci nella resa finale di Sevastyan. Vengono utilizzati i classici cliché dell'eroe oscuro che si redime, anche se, devo essere sincera, sono gestiti meglio di tanti altri. Nonostante il passato traumatico, l'infanzia e l'adolescenza infernali e gli anni come vor, Aleksandr è sotto sotto insicuro, bisogno d'affetto e - a modo suo - innamorato. Naturalmente sono difettucci che si lasciano passare senza rimorsi, perché la storia è mille volte più originale degli erotici suoi compari e il sesso è esplicito, forte, estremo ma allo stesso tempo coerente e perfetto per la storia.
Son curiosa di vedere se la Cole ripeterà questo esperimento, considerando che Maks, il fratello del nostro enforcer, è intrigante quanto Sevastyan se non di più. Non mi resta che attendere fiduciosa.

4 commenti:

lullibi ha detto...

Ma non c'è in Italiano????? Uffaaaaaaaaaaaa, lo voglio leggere!
Il delinquente, mafioso, freddo letale e dominatore è un must nei miei sogni fin dall'adolescenza, mi ricordo ancora "Il Marsigliese" sceneggiato dato dalla Rai non mi ricordo in quali anni, ma sicuramente tanto tempo fa...

martigov1980 ha detto...

Concordo su tutto! Sono le stesse impressioni che ho avuto io (ma tu le sai spiegare molto meglio ;-) )
E in più la Cole è riuscita a farmi piacere il BDSM, ed è tutto dire, perché io ho la soglia del dolore bassa e immaginare certe cose mi fa venire male XD! E invece qui tutt'altro!
Per Lulli, non vorrei sbilanciarmi, ma la Cole vende abbastanza bene con la sua CE italiana, quella dei paranormal, magari c'è speranza che traducano anche questo ;-)

Miraphora ha detto...

Esatto Lullibi, non disperare, magari arriva anche in Italia! :D

yoko chan ha detto...

speriamo!!! dopo la tua recensione non vedo l'ora di leggerli!