28 aprile 2016

Sarah Andersen
Adulthood is a myth!

Crescere, che palle! Vol. 1

Becco Giallo | pag. 112 | € 13,00
Questo libro è per quelli come noi: ci mostra come si buttano interi meravigliosi weekend su internet, quanto sia grande il tormento che si prova quando si tiene per mano un bel ragazzo per strada, come si possa desiderare per tutto il giorno di tornarsene a casa anche solo per infilare il pigiama, ci interroga su quale sia il momento preciso della vita in cui finalmente si diventa grandi. In altre parole, ci fa conoscere tutte le più assurde bestialità della vita dei giovani d'oggi.
Sarah’s Scribbles è una striscia a fumetti di enorme successo, creata dalla giovanissima artista di Brooklyn Sarah Andersen, che racconta la quotidianità di una ragazza in procinto di diventare adulta un po’ controvoglia e un po’ non vedendone l’ora.


Commento
Lo so, è un post un po' strano, questo.
Fino ad ora ho solo pubblicato commenti su romanzi però per questo volumetto ho dovuto fare un'eccezione.
C'è qualcuno che ancora non segue la pagina Facebook di Sarah's Scribbles? Ma soprattutto perché? Come fate a sopravvivere a questa valle di dolore chiamata vita senza una vignetta di Sarah alla settimana? Come fate ad avere ventordicimila utenti seguiti su Instagram se poi non potete mettere il cuoricino alle sue vignette? Come? COME? Seguitela. Ora. Qui.
Oggi, il 28 di Aprile, sarò in fila in libreria Hoepli con la mia copia di Crescere, che palle! pronta per fargliela firmare. Pronta per guardare Sarah con gli occhi a cuoricino e sospirare di fronte alle sue tavole, da dove la cruda verità sulla vita spunta fuori con quella giusta dose di ironia e cinismo che alleggerisce la pillola.
Per la più che giusta cifra di 13€ Becco Giallo ha pubblicato la raccolta di alcune tra le tantissime vignette di Sarah facendo anche un ottimo lavoro di traduzione. Perché, diciamocelo, in alcuni casi l'unione disegno/parola è così inscindibile che qualsiasi adattamento linguistico rischia di smorzare l'effetto della striscia. In questo caso il risultato è più che buono e non posso rimpiangere troppo a lungo l'edizione originale che - a quanto pare - è introvabile su qualsiasi store online.
Se vi piacciono i disegni semplici, lineari, quasi infantili nei tratti, con personaggi che ispirano tenerezza per il loro faccione tondo e per gli occhioni giganti, allora queste vignette possono fare proprio al caso vostro. Naturalmente la maggior parte ha un tema prettamente femminile - come le vignette sul ciclo o sui fidanzati - ma altre sono tranquillamente condivisibili anche dal pubblico maschile. Del resto, il rifiuto di crescere è universale e travalica sesso, razza, cultura. Il senso di disagio, di fallimento e di ilmondomifapaura è diventato uno stile di vita. Il mio, di sicuro, forse anche il vostro.
Io, quando ho tagliato i capelli. UGUALE.
Insomma, se avete un attimo di depressione, di abbattimento, di sconforto e pensate che il vostro futuro sia orrendo e impossibile, aprite questo volumetto, scegliete una vignetta a caso e lasciate che vi ridia un pochino di buon umore. Ci sono così poche cose che sanno farmi sorridere, di questi tempi, e i disegni di Sarah sono tra quelle. Aspetto i suoi nuovi post come una drogata la sua dose, e quando arriva è la pace dei sensi.
Se siete poveri in canna, sappiate che le vignette vengono aggiornate gratuitamente, non è necessario comprare il volume per poterle vedere. Però ditemi se questa non è un'ottima ragione per investire questi pochi soldini per lei.
Visitate il suo sito! Sarah's Scribble.

2 commenti:

Silvia Leggiamo ha detto...

ahhhh, bellissimo, lo voglio XD

Miraphora ha detto...

@Silvia
Mi sorprende sapere che non lo hai già!!