16 febbraio 2014

Elizabeth Hoyt
Amabile segreto

Serie Maiden Lane 4

Trama
I Romanzi Mondadori
ebook | € 2,99
Rincasando in carrozza, lady Isabel Beckinhall si imbatte nel famigerato Spettro di St Giles, che giace ferito in mezzo alla strada. Affascinata da quel vendicatore degli oppressi, tanto prestante quanto risolutamente misterioso nel suo costume da Arlecchino, non esita a soccorrerlo e a curarlo per una notte. Tornata alla quotidianità, Isabel frequenta Winter Makepeace, il moralista misogino che dirige l’orfanotrofio di cui lei è benefattrice, iniziando a chiedersi come mai le fattezze di quell’uomo le sembrino ora più familiari, e attraenti. Non di meno, gli atteggiamenti di Winter si faranno insoliti via via che la morsa per catturare lo Spettro si farà più stretta. 
Per me e' un privilegio vederti cosi' - le disse con fermezza.- indossa la tua maschera ai balli, alle feste e quando vai a trovare le amiche, ma promettimi questo: quando siamo soli, noi due soltanto, mostrami solo la tua faccia autentica, non importa quanto brutta tu la possa credere. Questa e' la nostra vera intimita', non il sesso, ma la capacita' di essere noi stessi quando siamo insieme. 
Commento
Ammetto di aver temuto la scottatura. Ammetto di aver avuto una paura f#**§*a che questa serie ormai fosse in completo declino e che, per me, non ci fosse più speranza di apprezzarla.
Invece ecco che vengo smentita e che con Amabile segreto mi riprendo completamente dalla delusione del romanzo precedente di questa serie.
Mentre il pirata di fiume e tutta la sua combriccola mi avevano annoiata, lo Spettro di St.Giles ha ringalluzzito alla grande la Maiden Lane e ha risvegliato in me l'interesse.
Certo, il costume da Arlecchino all'inizio mi ha lasciata perplessa. Mi immaginavo questa macchietta che saltellava da un tetto all'altro con il suo nasone, i rombi colorati sul vestito e le movenze grottesche. Solamente le sue azioni nel corso dei romanzi precedenti mi avevano convinta della sua virilità e ho atteso la sua storia convinta dell'ottima riuscita di un personaggio così fuori dal comune.
Ebbene avevo ragione.
Lo Spettro altri non è che il direttore dell'orfanotrofio di St.Giles, Winter Makepeace, un giovane uomo (non arriva ai 27 anni) rigido, serio, abituato ad una vita dimessa e dedicata agli orfanelli di St.Giles. Con un nome come Winter (inverno) era inevitabile che l'apparenza del nostro eroe fosse tutta ghiaccio e impassibilità, ma il bello di questo personaggio è il contrasto creato dalla Hoyt tra la versione pubblica di Winter e quella nascosta, libera, istintiva che esce solo quando si maschera da Spettro. L'animale - lo dice lui, non io - che lo rende vivo, che lo rende pericoloso e che lo spinge a mettere in discussione uno stile di vita che fino a quel momento lo aveva soddisfatto.
E' Isabel che scuote l'equilibrio di Winter con le sue frecciatine, con il suo continuo mettere in discussione la virilità e l'autenticità di Winter. Naturalmente più si tira la corda, più il rapporto tra i due prende fuoco e qui salta fuori quello che rende speciale il nostro Spettro.
Winter è vergine. Il fatto che sia sessualmente inesperto, però, non lo inibisce di fronte alla sensualità e alla sfrontatezza di Isabel e non lo trasforma in uno sprovveduto incapace di flirtare o di interpretare i segnali di una donna. Winter non è un poverino che non ha avuto occasioni, è un uomo che sceglie volontariamente di votarsi anima e corpo ai deboli, escludendo una vita privata perché non potrebbe dedicarsi alla sua causa e ad una moglie contemporaneamente.
Naturalmente Isabel non capisce perché Winter debba sacrificarsi in questo modo, privandosi dei pochi piaceri che può provare senza abbandonare la sua vocazione. La scusa perfetta per allentare le sue regole è una scommessa fatta da una delle lady finanziatrici la cui sconfitta avrebbe spodestato Winter dalla direzione dell'orfanotrofio. Isabel si prende l'incarico di renderlo presentabile in società, insegnandoli le buone maniere e la danza.
Inizia così una seduzione serratissima tra i due, con tanto di Spettro che compare nei momenti meno opportuni e che alimenta in Isabel la convinzione che i due siano la stessa persona, fino alla risoluzione finale con doppia chiusura: la carriera di Spettro per Winter e la sconfitta della tratta di bambine.
Considerando i precedenti, questa volta la Hoyt ha saputo creare un personaggio maschile veramente bello, profondo e con un carattere al di fuori dei soliti stereotipi del romance senza privarlo della sua carica di sensualità e virilità. Altrettanto piacevole è Isabel, che pur essendo una lady ha i suoi momenti di anticonformismo che la rendono divertente e frizzante, una donna che prende in mano la sua vita e compie le azioni decisive per ottenere ciò che vuole.
Nonostante sia un romanzo della collana Passione, le scene di sesso sono nella regole sia per quantità che per intensità e non intoppano la lettura o lo svolgimento della trama. Altro aspetto interessante è la presenza mai ingombrante delle scene d'azione, ben amalgamate nella storia e fluide nella lettura. Il prodotto finale, con tutti i suoi aspetti, è decisamente riuscito e si legge senza fatica, senza momenti di noia e senza sbuffare. 
Ho ritrovato la fiducia nella Hoyt e posso buttarmi nel prossimo romanzo della serie senza temere morte e distruzione.

2 commenti:

Alice ha detto...

Ciao Mira!
Anche a me Winter è piaciuto tantissimo e ci sono rimasta di sale nel leggere che non ha convinto alcune! D'altra parte il mondo è bello perché è vario! Infatti il precedente romanzo con tanto di pirata non mi era piaciuto, mentre molte l'hanno adorato. Visto che i nostri gusti sembrano abbastanza in sintonia, mi sento di rassicurarti sul quinto libro della serie, che mantiene il livello del quarto.
Per quanto riguarda il costume di arlecchino, mio è sembrato di capire che fosse rosso e nero, non tutto colorato, quindi un attimino più "serio". Guarda questo dipinto di Cezanne:

http://www.sanniolife.it/sanniolife/wp-content/uploads/2013/01/arlecchino-di-Cezanne.jpg

Ciao Ciao!

Miraphora ha detto...

@Alice
Sai che la descrizione del costume arriva dopo...quindi io ormai avevo quest'immagine di lui con il vestito multicolor :D